Siamo un gruppo di persone accomunante da un sogno.

Un sogno in cui i rappresentanti istituzionali si fanno “portavoce” delle istanze dei cittadini che smettono di delegare e partecipano attivamente ai processi decisionali rivolti al bene comune.

Un sogno a costo zero: territorio zero, rifiuti zero, emissioni zero, km zero.

In cui l’acqua pubblica è una risorsa da non privatizzare, la mobilità è sostenibile, le piccole medie imprese sono il motore economico del Paese su cui spingere, le nostre città sono comunità accoglienti e solidali verso i più deboli.

Nel corso degli anni, abbiamo scoperto che sognare non ci bastava più, che era possibile costruire tutto questo e farlo diventare realtà. Abbiamo cominciato a infiltrarci come virus nelle stanze del potere, per scardinare il sistema marcio e corrotto della politica attuale, attenta da anni solo ai propri interessi, e poter dare vita a questa rivoluzione culturale.

Da qui è nato il Movimento 5 Stelle, dalla necessità di rendere reale un sogno, in cui ha creduto per primo un uomo con i ricci bianchi a cui dobbiamo molto: Beppe Grillo.

Oggi, il M5S con i suoi rappresentanti, è presente in varie amministrazioni comunali, regionali ed in parlamento. In tutte le regioni sono presenti numerosi gruppi territoriali che lavorano instancabilmente nelle loro città.

Chiunque condivida le idee ed il progetto politico può contribuire e collaborare con gli attivisti locali. La partecipazione è aperta a tutti.

Da diversi anni siamo presenti nella città di Andria.
Diverse sono state le attività svolte in questi lunghi anni. L’impegno, il sacrificio, il lavoro di un gruppo hanno portato anche all’elezione di un portavoce andriese in parlamento: Giuseppe D’ambrosio.
Adesso abbiamo un altro sogno. Il consiglio comunale e regionale sono le prossime tappe importanti affinché anche questi palazzi possano risultare “trasparenti” e la politica di chi amministra sia indirizzata verso il bene comune, la ragionevolezza e l’onestà.

I cittadini possono fare la differenza. Ognuno di noi può fare la differenza.

Cittadini informati che decidono di non delegare come è stato fatto in passato ma di impegnarsi in prima persona, possono pian piano invertire la rotta e migliorare il nostro paese.

Videomaker: Antonio Cristiani